L’idea di realizzare un ponte ripetitore tra i soci della sezione ARI di Merano è iniziata negli anni 1974 e 1975   con l’autocostruzione sperimentale  di un ripetitore da parte di Rudi IN3WAZ. Successivamente, nell’anno 1976, al ponte ripetitore R5 vennero apportate ulteriori modifiche con la costruzione di un nuovo sistema ricevente e trasmittente da parte di Toni IN3KUA , sempre affiancato nella collaborazione da Rudi IN3WAZ e da Pierluigi IN3APK , realizzatore del sistema dei filtri notch in cavità .
Grazie all’aiuto di Romano IN3DTW, il ripetitore R5 venne collocato sul Monte S.Vigilio, presso la stazione a monte della seggiovia, a quota 1800 M.t dove rimase in funzione fino al 1985 anno in cui iniziarono i lavori di ristrutturazione della casa dove era installato.

Monte S.Vigilio nei pressi di Merano

Si cercò quindi un altro sito e grazie all’interessamento di Claudio IN3YQJ, presidente della sezione ARI di Merano per diversi anni, a metà dell’anno 1986, il ponte radio venne installato al rifugio Kuhleiten con altitudine di 2360 M.t. nella zona Merano 2000.
In quell’occasione il ripetitore R5,  dopo più di dieci anni di ininterrotto funzionamento, venne completamente sostituito e modificato con l’adozione di un nuovo ripetitore della STETEL di Milano e  grazie sempre all’aiuto di Toni IN3KUA Rudi IN3WAZ ed Hermann IW3AC, furono anche introdotte ulteriori funzioni, quali il telecomando a distanza, tramite toni DTMF, ed   un circuito automatico d’identificazione in CW con un periodo di cinque minuti. Pierluigi IN3APK effettuò una modifica ai filtri notch in cavità migliorando la separazione RX-TX . Il Ripetitore ottenne il nominativo dal Ministero P.T IR3T dove rimase in funzione fino al 1985 anno in cui iniziarono i lavori di ristrutturazione della casa dove era installato.

In quell’occasione il ripetitore R5,  dopo più di dieci anni di ininterrotto funzionamento, venne completamente sostituito e modificato con l’adozione di un nuovo ripetitore della STETEL di Milano e  grazie sempre all’aiuto di Toni IN3KUA Rudi IN3WAZ ed Hermann IW3AC, furono anche introdotte ulteriori funzioni, quali il telecomando a distanza, tramite toni DTMF, ed   un circuito automatico d’identificazione in CW con un periodo di cinque minuti.

Pierluigi IN3APK effettuò una modifica ai filtri notch in cavità migliorando la separazione RX-TX . Il Ripetitore ottenne il nominativo dal Ministero P.T IR3T.

Maso Rieserhof (Scena Merano,M.t 1295). QTH del Ripetitore R5, si nota la collineare infilata in un palo di legno per bandiera!
Locale interno al Maso, si nota; in alto il ponte STETEL D5SR-V, sotto il circuito di alimentazione con il sistema di telecontrollo e di identificazione.

Nel 1991 a causa dell’eliminazione della energia 220 Volt nel rifugio ospitante, il ripetitore R5 venne  portato a valle da Oscar IN3HBF e Peter IN3ABO . Quindi nel dicembre del 1992 con l’aiuto di Stefano IN3EIC  Hermann IN3AFT,   Oscar IN3HBF, e Theo IN3TRX venne installato al Maso Rieserhof sopra Scena a quota 1295 M.t., ubicazione attuale del ripetitore radioamatoriale R5 .
Toni IN3KUA valido autocostruttore si impegnò nella realizzazione di un nuovo tipo di antenna a quattro elementi sovrapposti con un guadagno totale di 5 dB riferito al dipolo.

Nella Primavera 2016 il presidente IN3EHR in accordo con il direttivo ha approvato l’azione di trasloco dell’apparecchiatura presso la stazione a monte della funivia del Cervinia ,al Klammebehof , a quota 1990 m slm , in quanto da questa posizione avrebbe coperto meglio le valli Passiria e Venosta , dando ai nostri soci abitanti in quei luoghi maggiori possibilità di contatto. L’antenna direzionale è stata sostituita con una omnidirezionale che pur avendo un minore guadagno , ha una copertura decisamente più ampia . Il ponte è quindi stato reinstallato nel mese di Ottobre 2016 presso la nuova sede, grazie all’impegno generoso di IN3ENN Markus per il trasporto e l’installazione di impianto , discese e antenne e al lavoro di IN3APK Pierluigi per la messa a punto tecnica .

Grazie a quest’ultima modifica, l’area di copertura è migliorata notevolmente. Si estende dalla Val Passiria a tutta la Val Venosta e alla Val Ultimo, la città di Bolzano e parte della bassa Val d’Adige. Queste le caratteristiche tecniche del ripetitore radioamatoriale R5 :

  • Nominativo IR3T
  • Località Scena di sopra Merano (BZ) 1295 M.t.
  • QTH Locatore JN56OQ
  • Frequenza di trasmissione : 145.725 Mhz
  • Frequenza di ricezione : 145.125 Mhz
  • Apparato Stetel D5SR-V
  • Potenza d’uscita : 8 watt
  • Antenna collineare autocostruita 5 dBd gain
  • Alimentazione rete elettrica 220 V.
  • Manutentori: IN3KUA IN3APK IN3ENN
  • Responsabile legale: Presidente Sezione ARI di Merano .